Fare progetti

Moltissimi nuovi progetti educativi escono dal ristretto budget delle Scuole statali, e dunque non vengono iniziati o replicati, o sono ridimensionati. Spesso però insegnanti e D.S. non hanno le competenze, l’esperienza e/o il tempo per andare a cercare risorse “al di fuori” della Scuola: ai genitori, all’amministrazione comunale, a filantropi individuali e istituzionali, a imprenditori e associazioni di categoria e non-profit, oltre che ai vari progetti MIUR ed europei.

  • Comunicare e condividere il ventaglio di opportunità di finanziamento e supporto disponibili, anche via Internet.
  • Favorire la strutturazione, documentazione e comunicazione di progetti educativi e di impresa sociale, ai fini di raccolta fondi sul territorio, facendo leva anche su Sogni-Progetti di Rinascimente TV
  • Favorire i contatti tra i partecipanti e i potenziali partner/filantropi del proprio territorio, oltre che coi dirigenti scolastici ed insegnanti della rete Rinascimente che hanno avuto esperienze di successo.
  • Modalità: Corso di formazione a distanza con webinar interattivi.

JUN€CO – Economia ed ecologia per giovanissimi

 

Formatori

 Enrico Amiotti

Giovanni Fattore

 

Ambito formativo:

Ambiti trasversali:

  • Metodologie e attività laboratoriali;
  • Didattica per competenze e competenze trasversali;

 

Ambiti specifici:

  • Educazione alla cultura economica
  • Bisogni individuali e sociali dello studente;
  • Conoscenza e rispetto della realtà naturale e ambientale;
  • Cittadinanza attiva e legalità;

 

 

Finalità, Obiettivi e Metodo di lavoro

L’economia pervade la vita di tutti, compresi i bambini della scuola Primaria che incontrano spesso concetti economici, astratti e concreti, nella loro vita e nello studio. L’economia entra nelle loro vite, nel lavoro dei genitori, nel comprare, nel ricevere e amministrare piccole quantità di danaro, nello scambio. Entra anche nelle discipline di storia, geografia e matematica. Malgrado questa pervasività dell’economia nella vita dei bambini, mancano riferimenti condivisi per le competenze economiche richieste agli alunni delle scuole elementari e l’insegnamento dei concetti e di un linguaggio economico è spesso implicito, lasciando i docenti senza specifici supporti. Il corso si propone di fornire agli insegnanti le competenze e strumenti per orientare gli alunni verso conoscenze e capacità di natura economica coerenti con una cittadinanza consapevole e attiva. 

Il corso combina la presentazione di alcuni fondamentali dell’economia come scienza sociale con l’illustrazione di alcuni strumenti didattici rivolti al lavoro con i bambini. Il materiale prende spunto dal progetto Jun€co a cura della Fondazione Enrica Amiotti e attualmente in sperimentazione in diverse scuole Primarie. Il corso è articolato in 7 lezioni di due ore ciascuna; ogni lezione è organizzata in tre parti: a) presentazione dei contenuti economici; b) discussione critica con i partecipanti dei loro collegamenti con le materie curricolari; c) presentazione degli strumenti didattici da utilizzare con gli alunni.

Destinatari: insegnanti della Scuola del 1° Ciclo

Modalità: Corso di formazione a distanza con webinair interattivi (minimo 12 partecipanti – iscrizione 10 giorni prima della data di inizio corso).

N° di ore di corso e di esercitazioni individuali: 10 moduli webinar interattivi di 2h ciascuno (1h di lezione e 1h di esercizi)

1^ edizione:

Costi: € 119 a persona (comprensivi di IVA)

Programma

Lezione # 1. Presentazione dei docenti e dei partecipanti; cos’è l’economia; il significato di saperi orientati a studiare come utilizzare al meglio le risorse disponibili per accrescere benessere presente e futuro. Il rapporto tra economia, società e ambiente naturale. Il concetto di risorsa economica, produzione, valore e benessere.                 

Strumenti didattici: I beni e servizi e le attività per produrli (puzzle)

 

Lezione # 2. Dall’economia di sussistenza a quella basata sull’agricoltura; la specializzazione e le necessità di coordinamento; il ruolo del mercato e dello stato; lo scambio tramite il baratto. L’accento è sulla specializzazione che ha contraddistinto lo sviluppo economico e sul ruolo dei mercati e delle istituzioni come meccanismi di coordinamento della specializzazione. La nascita della disuguaglianza.              

Strumenti didattici: il baratto come prima forma di mercato (gioco delle pizze); esercizio per gestire all’interno di una comunità la costruzione e l’utilizzo di un forno comune.

 

Lezione # 3. Il valore degli oggetti e i prezzi. La moneta come strumento per facilitare gli scambi e per misurare il valore di risorse e beni. Valore d’uso e valore simbolico dei beni.

Strumenti didattici: saper riconoscere il prezzo di beni e servizi e distinguere tra valore d’uso e valore simbolico (due giochi in cui i bambini prezzano beni e servizi).

 

Lezione # 4. Come si finanziano i costi di beni e servizi che utilizziamo? Prezzi, dono, tasse e pubblicità. Introduzione ad una tassonomia dei beni (privati, pubblici) e del modo per finanziarli (focus sul ruolo della pubblicità/promozione e delle tasse). Capitale fisico, umano e sociale.

Strumenti didattici: gioco sulle diverse modalità di finanziamento di beni e servizi e della promozione dell’equità sociale.

 

Lezione # 5. Dal baratto alla moneta virtuale. Il passaggio dal baratto all’utilizzo della moneta; il ruolo dello Stato come garante del sistema monetario; la moneta immateriale. Breve storia della Lira e dell’Euro. Le tre funzioni della moneta: mezzo di scambio, unità di conto e modalità di risparmio.

Strumenti didattici: dal baratto alla moneta elettronica (gioco).

 

Lezione # 6. Investimento, risparmio e simulazione di una intrapresa economica. Presentazione di un semplice conto economico con Entrate e Uscite e con Debiti e Crediti. Introduzione dei concetti di risparmio, investimento e prezzo del credito (interesse).

Strumenti didattici: investimento, risparmio e tasso d’interesse (gioco).

 

Lezione # 7. Project Management

 

Mappatura delle competenze attese

 

  • Comprendere alcuni concetti fondamentali di economia che sono “latenti” nei contenuti di diverse discipline (storia, geografia, matematica).
  • Comprendere criticamente questi concetti economici per promuovere messaggi positivi sullo sviluppo di atteggiamenti e comportamenti socialmente responsabili e attivi da parte dei bambini
  • Sperimentare materiali didattici per concretizzare l’apprendimento da parte dei bambini tramite il gioco e altre attività di classe. 

 

Docenti: Enrico Amiotti, Giovanni Fattore, insegnanti del Progetto Pilota JUN€CO

Enrico Amiotti, Vice-Presidente Fondazione Amiotti e responsabile del progetto educativo JUN€CO. Laureato in Discipline Economiche e Sociali (Univ. Bocconi), MBA Insead, dal 2007 è fortemente impegnato in iniziative educative non-profit, focalizzate sulla didattica inclusiva e le competenze di cittadinanza attiva (Progetti pluriennali nella Scuola del Primo Ciclo: “Didattica del Fare – Fare per Includere”, “Dal Sogno al Progetto” e “JUN€CO).  

Giovanni Fattore, è professore ordinario di economia e management all’Università Bocconi dove si occupa di sanità e amministrazioni pubbliche. Ha studiato e lavorato alla Harvard School of Public Health e alla London School of Economics. Il suo ultimo studio pubblicato riguarda i processi di cambiamento nella pubblica amministrazione italiana. È membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Enrica Amiotti.